Quale vino abbinare al Tartufo bianco e tartufo nero?

abbinamento-vino-e-tartufo

L’abbinamento vino tartufo può essere più complesso di quanto si possa pensare. Infatti, il tartufo nero e il tartufo bianco sono due prodotti pregiati e con due sapori e aromi differenti tra loro, non solo, sono così delicati che bisogna fare molta attenzione a non sovrastarli.

I tartufi bianchi e neri hanno una persistenza gustativa ben definita, per questo motivo in base al piatto aromatizzato con l’uno o l’altro si deve scegliere sempre un vino che li accompagni e non ne rovini il sapore. Ma vediamo nello specifico come abbinare il vino al tartufo nero e al tartufo bianco.

Come abbinare il vino al tartufo nero

Il tartufo nero può essere aggiunto sia durante la cottura per favorirne la fusione insieme agli ingredienti, sia a freddo ossia dopo aver cotto la pietanza. Il tartufo nero può essere abbinato al vino a seconda della pietanza che si sceglie di servire.

Se si vuole realizzare un primo piatto con il tartufo nero, come ad esempio, le tagliatelle al tartufo oppure il risotto (vedi ricette al tartufo su https://www.tartufiedintorni.it/), l’abbinamento migliore è con del vino rosso dal gusto morbido non penetrante e di corpo medio come un Cabernet Franc oppure un Merlot.

Nel caso in cui invece si abbia preparato o ordinato un tartufo nero usato per un secondo piatto allora il consiglio è di abbinarci un vino con una maggiore struttura ed invecchiati. Tra i vini migliori che si possono abbinare a un secondo piatto a base di tartufo nero ci sono: Montepulciano D’Abruzzo, Sagrantino di Montefalco, il Bordeaux, il Rosso Piceno, il Nebbiolo.

Alcuni sommelier a volte scelgono di abbinare in modo azzardato anche il tartufo nero al vino bianco. In questo caso, bisogna stare molto attenti alla scelta di un bianco con un buon livello d’acidità e un bouquet profumato come il Friulano, il Verdicchio o il Muller Thurgau del Trentino.

L’abbinamento migliore tra tartufo bianco e vino

A differenza del tartufo nero che può essere utilizzato anche in cottura, il tartufo bianco è più pregiato ma anche più delicato nel sapore, ma intenso nel profumo. I tartufi bianchi possono essere abbinati a formaggi, primi ricchi di burro, alle uova, oppure con le patate, le carni rosse e alcune verdure. I vini d’abbinare al tartufo bianco sono sicuramente dei rossi tra i quali consigliamo il Rosso del Conero, del Pinot Nero, il Barolo, il Dolcetto, il Teroldego Rotaliano Trentino e il Dolcetto d’Alba.

Tra i vini che si abbinano al meglio al tartufo bianco ci sono quelli a base di Nebbiolo che siano affinati, con del tannino ammorbidito che non vada a prevaricare la struttura del piatto con dei sentori evoluti che lascino così intatto l’aroma suadente del tartufo.

Infine, un abbinamento molto apprezzato specialmente in Francia è quello tra tartufo bianco e Champagne. Questo ultimamente è molto in voga nei ristoranti francesi, anche se alcuni somellier sostengono che l’anidride carbonica vada poi a pulire la bocca in modo aggressivo, non permettendo una sintesi e un abbinamento pienamente armonico.